Baccarat Bar ad Harrods

Baccarat Bar ad Harrods

Quale posto migliore per bere il mio primo drink dopo il lockdown nel grande e cattivo mondo del nuovissimo Baccarat Bar di Harrods?

È la prima volta nei suoi 171 anni di storia che la grande dama dei grandi magazzini ha avuto un concept bar autonomo e il distanziamento sociale o nessun distanziamento sociale, volevo entrare.

Cosa mi aspettavo? Stai scherzando?

Con l’unione delle forze di Baccarat e Harrods, volevo un lusso in piena regola. Ovviamente l’hanno azzeccata.

Ma in un modo chic-casual. C’è la pelle, c’è il velluto, c’è l’arte originale, c’è il cristallo Baccarat – un sacco di cristallo Baccarat – e ci sono masse di know-how e stile di bevande.

Per me, però, la cosa migliore è che è totalmente accessibile e, nonostante la sensazione di trovarsi in un ambiente così affascinante, non è neanche lontanamente luccicante.

Mettiamola in questo modo, mi sentirei ugualmente a casa se facessi un salto alle 16:00 dopo aver acquistato un piccolo numero di designer al piano di sopra, come se mi incontrassi la sera con le amiche o un appuntamento, si adatta praticamente per ogni occasione.

E sai cosa? Una volta al sicuro nel bozzolo del ricco, rosso spazio simile a un abbraccio, ho completamente dimenticato che questa era la mia prima volta fuori.

Bar Manager del Baccarat Cameron Attfield

Ho visto dei menu piuttosto interessanti. Questo però mi ha fatto venire un po’ le vertigini dentro.

È pieno di molti dettagli: alcuni potresti ottenere, altri no, ma non importa.

Quello che mi è piaciuto è che tutto è lì per uno scopo: dall’arte appositamente commissionata per illustrare ogni sezione, alle descrizioni attentamente ponderate e ai “livelli di frequenza”.

Ogni sezione è divisa in colori e ogni colore riflette uno stile e un umore particolari.

Tutte le bevande sono servite in splendidi cristalli Baccarat, che fanno sembrare il mondo un posto molto migliore.

E fatti un favore, accomodati sulla sedia e ordina il cibo, creato appositamente per completare il menu.

Il verdetto? Sono colpito.

Bevande meravigliosamente bilanciate servite nei bicchieri di cristallo, in un ambiente lussureggiante e splendidi snack da bar: cosa c’è che non va?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.