NoMad London

Primo sguardo all’interno di NoMad London

La vita nel Regno Unito ha ricevuto un gradito miglioramento questa settimana: non solo ci è permesso di abbracciarci di nuovo ufficialmente e, gioia-oh-gioia, bere e cenare in casa, ci stiamo avvicinando finalmente a, finalmente sperimentando la meraviglia che è NoMad London.

Di cosa si tratta? Mettiamola così, se fosse una persona, questa gradita aggiunta a Covent Garden sarebbe lo sconosciuto bello e bello con cui tutti vorrebbero stare. Seducente, eccentrico e cool, è in parti uguali grandioso e intimo, boujie e boho, classico e moderno: pensalo come l’equivalente di mattoni e malta di entrare in un paio di pantofole, anche se di design estremamente eleganti.

In altre parole, familiarità e comfort sono fondamentali ma mai e poi mai a scapito dello stile.

Lo stile è qualcosa di Sydell Group, in questo caso che opera con il suo marchio NoMad fa molto bene.

Ma è qui che il loro marchio unico di magia brilla davvero: hanno l’abilità di collaborare con visionari che la pensano allo stesso modo per tirare fuori il glamour nel modo più semplice ed estremamente inclusivo.

Non stiamo dicendo che l’ospitalità in stile NoMad non sia spenny, è un cinque stelle per l’amor del cielo, ciò che è però è ciò che chiamano “una visione di una vita vissuta ad arte”.

Puoi vederlo e sentirlo emanare da ogni angolo nei loro avamposti a New York, Los Angeles e Las Vegas ed essendo stato trattato per un tour dell’ultima aggiunta all’ovile prima dell’apertura, siamo felici per dire che nessuna di quella magia è stata persa mentre NoMad fa il suo primo viaggio attraverso l’Atlantico.

Come amanti dei cocktail potremmo semplicemente andare direttamente ai bar e alle bevande.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.