Sottobicchieri sostenibili

Sottobicchieri sostenibili

Il 2020 e tutto il dramma che ne è seguito ha diviso il mondo in due campi: quelli che si sono fermati a un punto morto virtuale e quelli che hanno usato il tempo per fare errori. Giacomo Giannotti del Paradiso di Barcellona ha fatto quest’ultimo.

In superficie potrebbe sembrare che il suo bar (al numero 19 nella lista dei 50 migliori bar del mondo) sia tutto drink giocosi e servizi spiritosi. Ma come sa qualsiasi imprenditore, ci vuole molto duro lavoro per far sembrare le cose senza sforzo.

L’elemento sorpresa e delizia dei cocktail nel menu del Paradiso è sicuramente un fattore enorme, così come l’ospitalità di prima classe, ma altrettanto importante per Giacomo e il suo team è che il bar sia il più sostenibile possibile.

Nel corso degli anni abbiamo ridotto quasi a zero l’uso della plastica.

Innanzitutto sostituendo le nostre cannucce con alternative sostenibili come grano, pasta e bambù, quindi rimuovendo l’involucro di plastica nel nostro magazzino e utilizzando carta di cera d’api, un’opzione riutilizzabile e più sostenibile.

Quindi, quando è arrivato il blocco, hanno usato il tempo che era stato loro inaspettatamente concesso per perfezionare un progetto che avevano iniziato un anno prima.

La maggior parte del 2020 è stata dedicata alla ricerca di uno scopo per i rifiuti organici dalla preparazione delle nostre guarnizioni.

Il team ha lavorato con Makeat, un’azienda con sede a Barcellona costituita con l’unico intento di rivoluzionare il mondo della gastronomia attraverso l’innovazione e la tecnologia.

Abbiamo consegnato loro i rifiuti che stavamo raccogliendo e asciugando nel nostro laboratorio dopo ogni servizio e loro li hanno mescolati con resina di pino e cera d’api calda e fredda, quindi hanno versato il tutto in uno stampo.

Il risultato è qualcosa che non solo è bello da vedere, ma è anche pratico e buono per l’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.